Spiaggia Grande, Positano
Call us: (+39) 338 1539207
Positano

Positano era un porto della Repubblica di Amalfi in epoca medievale, e prosperò durante il XVI e il XVII secolo. Verso la metà del diciannovesimo secolo, tuttavia, la città era caduta in difficoltà. Più della metà della popolazione è emigrata, soprattutto in America.

Positano era un villaggio di pescatori relativamente povero durante la prima metà del ventesimo secolo. Cominciò ad attirare un gran numero di turisti negli anni ’50, specialmente dopo che John Steinbeck pubblicò il suo saggio su Positano in Harper’s Bazaar nel maggio del 1953: “Positano morde profondamente”, scrisse Steinbeck. “È un posto da sogno che non è del tutto reale quando ci sei e diventa davvero attraente dopo che te ne sei andato.”

La spiaggia di Positano.

La chiesa di Santa Maria Assunta presenta una cupola fatta di maioliche e un’icona bizantina trecentesca di Madonna nera. Secondo la leggenda locale, l’icona era stata rubata da Bisanzio e trasportata dai pirati attraverso il Mediterraneo. Una terribile tempesta era esplosa nelle acque di fronte a Positano e i marinai spaventati sentirono una voce a bordo che diceva “Posa, posa!” (“Metti giù! Metti giù!”). La preziosa icona è stata scaricata e portata al villaggio di pescatori e la tempesta è diminuita.

 

Cultura

Positano è stato protagonista di numerosi film, tra cui Only You (1994), Under the Tuscan Sun (2003), e più recentemente in Kath & Kimderella (2012) e menzionato nel film musicale del 2009 Nine nella canzone “Cinema Italiano”. Ospita anche l’annuale Cartoons on the Bay Festival, in cui vengono presentati i Pulcinella Awards per l’eccellenza nell’animazione.

Dal luglio del 1967 e per gran parte degli anni ’70, Positano era la casa del cantautore Shawn Phillips e dove era composta la maggior parte del suo lavoro più noto. Mick Jagger e Keith Richards dei Rolling Stones hanno scritto la canzone “Midnight Rambler” nei caffè di Positano mentre erano in vacanza.

Il famoso regista e produttore Franco Zeffirelli possedeva la Villa Treville a Positano, dove ha preso residenza per 35 anni e ha ospitato un gruppo di letterati e attori del palcoscenico e dello schermo. Ha assunto il suo amico, Renzo Mongiardino, che ha collaborato a molti dei suoi progetti teatrali e operistici, per progettare gli interni raffinati che riflettono la sensibilità e l’artigianalità del design locale.

Da allora, Villa Treville è stata trasformata in un boutique hotel a cinque stelle.

Il pianista tedesco Wilhelm Kempff ha fatto di Positano il suo ritiro estivo e lì ha tenuto un corso estivo sulle sonate e concerti per pianoforte di Beethoven. Dalla sua morte nel 1991, il Kurse di Beethoven ha continuato sotto l’organizzazione del Wilhelm Kempff Kultursting, avendo avuto come insegnanti Gerhard Oppitz e John O’Conor. Oggi il turismo è di gran lunga l’industria principale.
Positano è anche molto popolare per Limoncello e altri liquori locali

Add Comment